• Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sopravvivenza

Una diagnosi di cancro può essere un evento che cambia la vita. La sopravvivenza al cancro comprende tutti gli aspetti psicologici, emotivi, sociali, sanitari e finanziari che i pazienti affetti da cancro affrontano dal momento della prima diagnosi in poi.

Pertanto, i programmi di sopravvivenza tendono a concentrarsi sul miglioramento della qualità della vita, sebbene questo significhi avere a che fare con problemi fisici, come il dolore o problemi emozionali, come la depressione.

Poiché il cancro alla vescica ha un alto tasso di recidiva i pazienti hanno bisogno di vedere i loro medici regolarmente per assicurarsi che il cancro non si sia ripresentato. Anche quando non vi è alcun segno di recidiva queste analisi possono causare un sacco di stress emotivo. Quando un paziente si sente abbattuto o sente attenuarsi il piacere della vita (come l’intende lui!), il medico può consigliargli qualcuno con cui parlare. Ad esempio, degli assistenti sociali e degli psicologi specializzati nell'aiutare le persone a gestire le malattie croniche, come il cancro.

I trattamenti contro il cancro alla vescica possono anche avere degli effetti sulla vita sociale e sulla salute generale dei pazienti. Gli effetti collaterali più comuni, causati dai trattamenti contro il cancro alla vescica, sono il bruciore e l’irritazione durante la minzione e le disfunzioni sessuali.

Dopo l'intervento chirurgico di rimozione della vescica si possono anche presentare problemi d’incontinenza. Questi effetti collaterali dei trattamenti possono essere pesanti e richiedere cambiamenti nelle abitudini di lavoro, degli hobby e in altre attività sociali. Sono inoltre difficili da affrontare con il medico, il coniuge o altri congiunti. Malgrado ciò, il vostro medico può dare preziosi suggerimenti sui modi per aiutarvi a gestire questi effetti collaterali e può indirizzarvi ad andrologi (terapisti sessuali), stoma terapisti (infermieri specializzati nella cura della stomia), fisioterapisti ed altri i specialisti che possono essere d’aiuto.

I medici non s’informano sempre sulla qualità della vita. Spesso non sanno se ci sia o meno un problema … se non lo si “tira fuori”! Noi suggeriamo fortemente di parlare delle vostre preoccupazioni con un medico, un infermiere o un operatore sanitario durante e dopo i trattamenti.

Loro sono lì per aiutarvi a vivere una vita piena e positiva anche dopo e nonostante una diagnosi di cancro.

Associazione PaLiNUro

c/o Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori
Via G. Venezian 1 -  20133 Milano

Codice fiscale - 97684280155

IBAN: IT76S0569601620000015013X96 

Edoardo Fiorini - Presidente

efiorini@associazionepalinuro.com - cell. 380.7990320

Laura Magenta - Assistente alla Presidenza

lmagenta@associazionepalinuro.com - cell. 347 9636838

Segreteria

info@associazionepalinuro.com

palinuro@pec.associazionepalinuro.com

Attenzione!!!

Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. 
Pur garantendo l'esattezza e il rigore scientifico delle informazioni, PaLiNUro declina ogni responsabilità con riferimento alle indicazioni fornite sui trattamenti, ricordando a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico curante.

© 2020 Associazione Palinuro - Iscritta al n° 554 del Registro Provinciale delle Associazioni di Promozione Sociale | PEC: palinuro@pec.associazionepalinuro.com | Credits

Menu