Aiuta la ricerca

FONDO FEDERICO FIORANI UNA STORIA DI SOLIDARIETÀ

Sono le prime ore del pomeriggio di un qualunque giorno del marzo 2013. Alcuni degenti si sgranchiscono le gambe nel lungo corridoio su cui si affacciano le camere del reparto urologia dell'Istituto nazionale dei tumori di Milano. Anche oggi le stesse facce: vecchi che portano a tracolla le loro sacche di urina e giovani -  molto giovani – accompagnati dal trespolo della loro flebo di chemioterapia. In comune una sola malattia: il cancro!... i vecchi alla vescica, i giovani ai testicoli. Tutti combattono contro la stessa maledetta malattia e sono tutti straordinariamente solidali tra loro. Si raccontano le reciproche esperienze cliniche, potrebbero essere i nonni con i loro nipotini. Io sono uno dei “vecchi”. In questo raffronto mi sento un privilegiato; non sono sicuro di continuare a vivere ma confrontandomi a loro posso dire di avere già vissuto una lunga vita e sento una profonda pena per questi ragazzi. Mi domando perché con loro la vita sia stata così cattiva, sebbene so che ci sono altissime probabilità che se la caveranno e che ne verranno fuori alla grande.

Sono passati un paio d’anni da quel pomeriggio. Anche la mia avventura clinica si è chiusa bene. Da poco più di un anno è anche stata costituita PaLiNUro.

Inaspettatamente vengo convocato in Istituto dei Tumori. Una coppia di genitori che ha perso da qualche mese il figlio ventiduenne per un tumore ai testicoli vorrebbero costituire un'associazione per il sostegno degli ammalati di questa patologia… a nome del proprio figlio Federico. Sono Daniela e Marco Fiorani. Ne parliamo a lungo, poi ci scriviamo ma alla fine decidono di farne di nulla: non hanno risorse di tempo per un impegno così grande!... Loro però voglio commemorare il loro ragazzo. È un modo per farlo rivivere, per risentirlo tra loro, tra i suoi affetti e i suoi amici. Organizzano così una cena per la raccolta di fondi che desidero devolvere a noi, a Palinuro… anche se il tumore è diverso da quello che ha ucciso loro figlio.

Inizialmente mi oppongo, non lo trovo giusto ma poi, ripenso a quel senso di reciprocità vissuto qualche anno prima, a quel corridoio, penso che Palinuro, un'associazione prevalentemente di vecchi, potrebbe accettare questo denaro per destinarlo al finanziamento per la collaborazione professionale di un giovane Ricercatore. Nella ricerca contro i tumori urologici, non necessariamente della vescica o dei testicoli. Nasce così il “Fondo Federico Fiorani” la cui prima raccolta, nel 2017,  è stata destinata al Protocollo Clinico “Apache: approccio anti-PD-L1 (recettore cellulari) nei tumori cellulari CHEmoresistanti”.

Oggi questo fondo rientra nelle attività istituzionali della nostra associazione.

Nel caso desideraste aderire a questa iniziativa indicate nel vostro bonifico che deve essere destinato al “Fondo Federico Fiorani”. I questo modo darete una mano alla ricerca,  a un giovane ricercatore e a mantenere vivo il ricordo di un giovane troppo sfortunato per non essere compreso in quel 95% di malati di tumore ai testicoli che guariscono.

Per bonifici

IBAN:  IT 76 S 05696 01620 000015013X96.

 

www.associazionepalinuro.com

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Ti ringrazio molto per l’attenzione che ci hai dedicato e per il contributo che vorrai dare all’associazione.

Edoardo Fiorini

Presidente