Agevolazioni fiscali per l'ammalato

AGEVOLAZIONI FISCALI PER L' AMMALATO

DIRITTI E AGEVOLAZIONI FISCALI PER PERSONE CON DISABILITÀ

La normativa tributaria mostra particolare attenzione per le persone con disabilità e per i loro familiari, riservando loro numerose agevolazioni fiscali. Nella sezione “Utilità – Documentazione” del sito è possibile scaricare la versione più recente della GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER LE PERSONE CON DISABILITA’ (https://www.associazionepalinuro.com/images/agevolazioni_fiscali_2017.pdf) dell’Agenzia dell’Entrate (gennaio 2017) che illustra il quadro aggiornato delle varie situazioni in cui sono riconosciuti benefici fiscali in favore dei contribuenti portatori di disabilità, indicando con chiarezza le persone che ne hanno diritto.

ESENZIONE TICKET

Il malato di cancro ha diritto all’esenzione dal pagamento del ticket per farmaci, visite ed esami appropriati per la cura del tumore da cui è affetto e dalle eventuali complicanze, per la riabilitazione e per la prevenzione degli ulteriori aggravamenti. Il codice identificativo delle patologie tumorali è lo 048; il medico di base è tenuto ad indicarlo sulle impegnative. Se l'invalidità civile riconosciuta è del 100% si ha diritto all'esenzione totale, cioè per tutte le prestazioni sanitarie, anche quelle non collegate alla patologia tumorale.

PRESCRIZIONE GRATUITA DI AUSILI

Il Servizio Sanitario Nazionale fornisce gratuitamente tutti gli ausili necessari alle persone con invalidità superiore al 33%, agli incontinenti e in particolar modo agli uro-stomizzati, anche se in attesa del riconoscimento di invalidità (D.M. Sanità 332/1999).

Per ottenere un dispositivo incluso nel nomenclatore gli aventi diritto devono rivolgersi alla ATS territorialmente competente, presentando il documento “Erogazione Forniture Protesiche” che viene dal reparto prima delle dimissioni.

Per gli uro-stomizzati è consigliabile consultare il sito dell’Associazione F.A.I.S. Onlus (Federazione Associazioni Incontinenti e Stomizzati) per identificare il presidio di operatori sanitari di stoma terapia più vicino: queste figure sono molto importanti perché aiutano lo stomizzato a familiarizzare con la stomia, individuare il presidio più adatto ed assistere lo stomizzato al bisogno o pianificando controlli periodici.

 

VIAGGIARE A COSTO QUASI ZERO

Il sistema delle Carte Regionali di libera circolazione per chi ha una invalidità riconosciuta è valido in diverse regioni italiane, con modalità differenti. Normalmente sono disponibili sportelli dedicati e siti internet dove poter reperire informazioni e modalità di richiesta.

Alcuni ospedali mettono a disposizione dei malati e dei loro familiari, anche se non riconosciuti invalidi, delle convenzioni con Trenitalia e compagnie aeree e/o di navigazione: nei singoli siti sono indicate se sono presenti agevolazioni e quali.

CONTRASSEGNO DI LIBERA CIRCOLAZIONE E DI SOSTA

Il Comune di residenza riconosce al malato di cancro in terapia il diritto a ottenere il contrassegno di libera circolazione e sosta, che consente:

  • il libero transito nelle zone a traffico limitato e nelle zone pedonali;
  • la sosta nei parcheggi riservati ai disabili (delimitati con le strisce gialle) o, in mancanza di questi, la sosta gratuita nei parcheggi a pagamento o, in mancanza di questi, la sosta gratuita nei parcheggi a pagamento (strisce blu). Il contrassegno di libera circolazione e sosta è nominativo e può essere utilizzato solo quando l'auto è al servizio del malato intestatario del permesso; l’utilizzo improprio comporta il pagamento di una sanzione e l'immediato ritiro del contrassegno.

La domanda per il rilascio del contrassegno deve essere presentata al Comune di residenza (normalmente presso l’ufficio della Polizia Municipale), compilando l’apposito modulo e allegando un certificato medico-legale che attesti la grave difficoltà motoria o allegando il verbale di accertamento dello stato di invalidità e/o di handicap della commissione medica dell’ASL (validato dall’INPS) in cui sia espressamente indicata l’esistenza dei requisiti sanitari necessari per il rilascio del contrassegno invalidi (Art. 4, L. 35/12).

Per chi ha difficoltà all'uso delle cinture di sicurezza in automobile (per es. i cardiopatici, chi ha subìto interventi chirurgici al cuore, al torace, alla mammella, ecc., e/o per chi ha cicatrici in punti toccati dalle cinture), è possibile ottenere l'esonero dall'obbligo dell'uso delle cinture di sicurezza, portando al Distretto Sanitario di appartenenza una carta che certifichi l'avvenuto intervento chirurgico e/o che attesti eventuali ulteriori problematiche.

Altre possibili esenzioni e agevolazioni (verificare sempre di avere le condizioni indicate dalla propria Regione di appartenenza):

VEICOLI

  • detrazione Irpef del 19% della spesa sostenuta per l'acquisto
  • Iva agevolata al 4% sull'acquisto
  • esenzione dal bollo auto
  • esenzione dall'imposta di trascrizione sui passaggi di proprietà

ALTRI MEZZI DI AUSILIO E SUSSIDI TECNICI E INFORMATICI (computer, fax ecc.)

  • detrazione Irpef del 19% della spesa sostenuta per i sussidi tecnici e informatici. Per applicare la detrazione è necessario il certificato del medico curante che attesti che quel sussidio tecnico o informatico sia volto a facilitare l’autosufficienza e la possibilità d’integrazione del soggetto e il certificato di handicap o d’invalidità.
  • Iva agevolata al 4% per l'acquisto dei sussidi tecnici e informatici

SPESE SANITARIE

  • deduzione dal reddito complessivo dell'intero importo delle spese mediche generiche e di assistenza specifica.

ASSISTENZA PERSONALE

  • deduzione dal reddito complessivo degli oneri contributivi (fino all'importo massimo di 1.549,37 euro) versati per gli addetti ai servizi domestici e all'assistenza personale o familiare
  • detrazione Irpef del 19% delle spese sostenute per gli addetti all'assistenza personale, da calcolare su un importo massimo di 2.100 euro, a condizione che il reddito del contribuente non sia superiore a 40.000 euro

TASSE SULLA CASA

  • Per la prima casa, non sono previste agevolazioni specifiche per i malati di cancro, mentre per la tassa sui rifiuti sono i singoli Comuni a fissare, nelle specifiche delibere, agevolazioni per le persone anziane, per le persone disabili o per i cittadini in stato di bisogno, senza tuttavia che vi sia alcun obbligo specifico.

PARRUCCA

  • Chi si sottopone a chemioterapia può inserire le spese sostenute per l’acquisto di una parrucca tra le spese sanitarie detraibili, presentando, al momento della dichiarazione dei redditi, il documento fiscale (fattura o scontrino fiscale) che ne attesti l’acquisto.

INGRESSI GRATUITI O AGEVOLATI A MOSTRE/MUSEI/CINEMA/STADI

  • Verificate sempre e preventivamente se sono disponibili facilitazioni e come ottenerle. A volta basta semplicemente presentare il tesserino di invalidità civile con l’indicazione della percentuale alla cassa.

Vi ricordiamo che in linea di massima possono usufruire delle agevolazioni:

  1. non vedenti e sordi
  2. disabili con handicap psichico o mentale titolari dell'indennità di accompagnamento
  3. disabili con grave limitazione della capacità di deambulazione o affetti da pluri-amputazioni
  4. disabili con ridotte o impedite capacità motorie, ma che non risultano contemporaneamente "affetti da grave limitazione della capacità di deambulazione".

Solo per quest'ultima categoria di disabili il diritto alle agevolazioni è condizionato all'adattamento del veicolo.

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30


Associati

 

Donazioni

Fai una donazione a Palinuro, aiutaci a crescere.